+ Rispondi
Pagina 1 di 4 1 2 3 4 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 33

Discussione: Aiptasia............. :(

  1. #1
    Registrato dal
    Nov 2007
    residenza
    Sanremo
    Età
    37
    Messaggi
    4,151
    I tuoi Feedback
    5 (100%)

    Sono nella cacca. Ho una brutta infestazione di aiptasie, sono ovunque, rocce, sabbia, pareti della vasca...le sto siringando ad ogni cambio acqua con aceto bianco o acqua ossigenata masono davvero troppe e alcune inarrivabili....nei mesi scorsi ho provato ad inserire dei boggessi, dei wudermanni e dei seticaudata, ma tutti hanno fatto la stessa fine...pappa per l'halicoeres crysus. Oviamente questo non posso toglierlo, giacchè ho anche una infestazione di pyramidellidae che (sembra) stia eliminando...
    Avevo pensato all'inserimento di berghia verrucicornis ma non ho idea se il crysus possa essere attirato anche da quelle.
    Due mesi fa avevo provato ad inserire un chelmon rostratus, ma l'acanthurus leucosternon che ho in vasca non era molto d'accordo... ho dovuto "ingabbiare" in vasca il chelmon per una settimana (durante la quale non toccava nulla, nemmeno il fresco o il congelato) per farlo accettare dal leuco, ma quando poi l'ho liberato (e dopo ancora un paio di giorni di saltuari inseguimenti), quando ormai ha deciso di lasciarlo in pace era troppo debole...
    Rimane l'acreichtes tomentosus, ma che sappia io c'è il forte rischio che decida di beccare i polipi dei coralli, quindi non so proprio che cosa fare...e se dividessi la vasca con una rete (tipo quelle in plastica da balcone) e inserissi un altro chelmon lasciandolo così separato dal leuco? Si potrebbe fare? Altrimenti ho bisogno di qualche idea, visto che sia il leuco che il crysus non posso (e non voglio) toglierli......

  2. #2
    Registrato dal
    Apr 2012
    residenza
    Udine
    Messaggi
    340
    I tuoi Feedback
    0

    Click here to enlarge Originariamente inviata da lordlucas Click here to enlarge
    Sono nella cacca. Ho una brutta infestazione di aiptasie, sono ovunque, rocce, sabbia, pareti della vasca...le sto siringando ad ogni cambio acqua con aceto bianco o acqua ossigenata masono davvero troppe e alcune inarrivabili....nei mesi scorsi ho provato ad inserire dei boggessi, dei wudermanni e dei seticaudata, ma tutti hanno fatto la stessa fine...pappa per l'halicoeres crysus. Oviamente questo non posso toglierlo, giacchè ho anche una infestazione di pyramidellidae che (sembra) stia eliminando...
    Avevo pensato all'inserimento di berghia verrucicornis ma non ho idea se il crysus possa essere attirato anche da quelle.
    Due mesi fa avevo provato ad inserire un chelmon rostratus, ma l'acanthurus leucosternon che ho in vasca non era molto d'accordo... ho dovuto "ingabbiare" in vasca il chelmon per una settimana (durante la quale non toccava nulla, nemmeno il fresco o il congelato) per farlo accettare dal leuco, ma quando poi l'ho liberato (e dopo ancora un paio di giorni di saltuari inseguimenti), quando ormai ha deciso di lasciarlo in pace era troppo debole...
    Rimane l'acreichtes tomentosus, ma che sappia io c'è il forte rischio che decida di beccare i polipi dei coralli, quindi non so proprio che cosa fare...e se dividessi la vasca con una rete (tipo quelle in plastica da balcone) e inserissi un altro chelmon lasciandolo così separato dal leuco? Si potrebbe fare? Altrimenti ho bisogno di qualche idea, visto che sia il leuco che il crysus non posso (e non voglio) toglierli......
    Ciao lucas. Io ho nella vecchia vasca avevo una 30ina (visibili) di aiptasia, eliminate poi dal wundermanni in meno di un mese. Non so pero' se sarebbe efficace anche per l' altra infestazione che hai e che non conosco...

    Inviato dal mio GT-I9100 con Tapatalk 2

  3. #3
    Registrato dal
    Dec 2009
    residenza
    Caserta
    Età
    24
    Messaggi
    2,415
    I tuoi Feedback
    1 (100%)

    Non ricordo dove, lessi di un utente che per far abituare i pesci della vasca ad un nuovo arrivo aveva messo delle foto grandezza naturale del nuovo inserimento attaccate ai vetri dell'acquario.
    Magari è una cazzata, ma tentar non nuoce e magari in questo modo potresti riprovare col chelmon

  4. #4
    Registrato dal
    Sep 2007
    residenza
    Catania
    Età
    35
    Messaggi
    10,293
    I tuoi Feedback
    5 (100%)

    aiptasia-x Click here to enlarge
    Prima di fare richieste d'aiuto assicuratevi di aver compilato correttamente il profilo

  5. #5
    Registrato dal
    Nov 2007
    residenza
    Sanremo
    Età
    37
    Messaggi
    4,151
    I tuoi Feedback
    5 (100%)

    Click here to enlarge Originariamente inviata da mario89xxl Click here to enlarge
    Non ricordo dove, lessi di un utente che per far abituare i pesci della vasca ad un nuovo arrivo aveva messo delle foto grandezza naturale del nuovo inserimento attaccate ai vetri dell'acquario.
    Magari è una cazzata, ma tentar non nuoce e magari in questo modo potresti riprovare col chelmon
    è vero, lo avevo letto ma non ci avevo pensato... ci provo, grazie...

  6. #6
    Registrato dal
    Nov 2007
    residenza
    Sanremo
    Età
    37
    Messaggi
    4,151
    I tuoi Feedback
    5 (100%)

    Click here to enlarge Originariamente inviata da Jackdaniel Click here to enlarge
    aiptasia-x Click here to enlarge
    ho omesso di dire che uso anche quello, ma il risultato non cambia... troppe e troppe inarrivabili... :(

  7. #7
    Registrato dal
    Oct 2007
    residenza
    Bari
    Età
    42
    Messaggi
    16
    I tuoi Feedback
    0

    Ciao,
    capisco la tua frustrazione, anch'io ho combattuto contro le aiptasie, ma la guerra la vinci facilmente : smetti immediatamente di siringare con qualsiasi cosa, perchè il rischio collasso è davvero dietro l'angolo, e inserisci senza alcun timore l'acreictis tomentosus in vasca! è un pesce che nessuno dei tuoi abitanti calcolerà minimamente, neanche di striscio, se ne starà buono buono per i primi 2 - 3 giorni, a girare pian piano tra le rocce,dopo di che in men che non si dica spazzolerà tutte le eiptasie.
    é chiaro che una volta finite di mangiare passerà un paio di giorni a digiuno, e poi inizierà a mordere i polipi dei coralli, ma non preoccuparti perchè quando sarai sicuro di aver eliminato tutte le aiptasie, potrai pescarlo molto facilmente.
    L'acreictis ha la curiosa abitudine di dormire in un angolo tra 2 vetri , verso il pelo dell'acqua, quindi con un retino di notte a luci spente lo individui facilmente , lo peschi e lo metti nella sump, o in un refugium o lo presti ad un amico...
    io ho fatto questa esperienza 4 volte nella mia vita di acquariofilo e ho sempre risolto.
    spreo di esserti stato di aiuto.
    Ciao

  8. #8
    Registrato dal
    Nov 2007
    residenza
    Sanremo
    Età
    37
    Messaggi
    4,151
    I tuoi Feedback
    5 (100%)

    Click here to enlarge Originariamente inviata da vincenzo Click here to enlarge
    Ciao,
    capisco la tua frustrazione, anch'io ho combattuto contro le aiptasie, ma la guerra la vinci facilmente : smetti immediatamente di siringare con qualsiasi cosa, perchè il rischio collasso è davvero dietro l'angolo, e inserisci senza alcun timore l'acreictis tomentosus in vasca! è un pesce che nessuno dei tuoi abitanti calcolerà minimamente, neanche di striscio, se ne starà buono buono per i primi 2 - 3 giorni, a girare pian piano tra le rocce,dopo di che in men che non si dica spazzolerà tutte le eiptasie.
    é chiaro che una volta finite di mangiare passerà un paio di giorni a digiuno, e poi inizierà a mordere i polipi dei coralli, ma non preoccuparti perchè quando sarai sicuro di aver eliminato tutte le aiptasie, potrai pescarlo molto facilmente.
    L'acreictis ha la curiosa abitudine di dormire in un angolo tra 2 vetri , verso il pelo dell'acqua, quindi con un retino di notte a luci spente lo individui facilmente , lo peschi e lo metti nella sump, o in un refugium o lo presti ad un amico...
    io ho fatto questa esperienza 4 volte nella mia vita di acquariofilo e ho sempre risolto.
    spreo di esserti stato di aiuto.
    Ciao
    e da te finchè non ha finito le aiptasie non si è interessato ai coralli? Ho letto di specie molto simili al tomentosus, come essere certo che quello che arriva sia proprio lui?

  9. #9
    Registrato dal
    Oct 2007
    residenza
    Bari
    Età
    42
    Messaggi
    16
    I tuoi Feedback
    0

    ...no, a me non ha mai toccato i coralli prima di finire le aiptasie, io l'ho tolto solo quando , dopo aver finito di divorarle, ha iniziato a puntare gli LPS, non l'ho mai visto mordere SPS, ma andava a mirare i polipi dell'Euphyllia glabrescens e della galaxea.
    Per il riconoscimento, l'unico modo che hai è di verificare con "google immagini", prima di metterlo in vasca.
    a mia memoria ce ne uno solo che gli somiglia molto ma che non è lui, e comunque riconoscerlo non è difficile.
    Ciao

  10. #10
    Registrato dal
    Nov 2007
    residenza
    Sanremo
    Età
    37
    Messaggi
    4,151
    I tuoi Feedback
    5 (100%)

    Click here to enlarge Originariamente inviata da vincenzo Click here to enlarge
    ...no, a me non ha mai toccato i coralli prima di finire le aiptasie, io l'ho tolto solo quando , dopo aver finito di divorarle, ha iniziato a puntare gli LPS, non l'ho mai visto mordere SPS, ma andava a mirare i polipi dell'Euphyllia glabrescens e della galaxea.
    Per il riconoscimento, l'unico modo che hai è di verificare con "google immagini", prima di metterlo in vasca.
    a mia memoria ce ne uno solo che gli somiglia molto ma che non è lui, e comunque riconoscerlo non è difficile.
    Ciao
    grazie mille! penso proprio che allora proverò con lui!

+ Rispondi
Pagina 1 di 4 1 2 3 4 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi